"la strada giusta per i tuoi immobili"

"la strada giusta per i tuoi immobili"

Dichiarazione di successione

La dichiarazione di successione, o pratica di successione, è un adempimento fiscale che deve essere presentato entro 12 mesi dalla data di apertura della successione che coincide con la data del decesso del contribuente. Con la dichiarazione di successione si trasferiscono ufficialmente i beni di un defunto ai suoi eredi. Si informa inoltre l’Agenzia delle Entrate circa il patrimonio del defunto e la sua composizione. Quindi l’Agenzia delle Entrate calcola le imposte che gli eredi sono tenuti a pagare in base al grado di parentela. Le imposte possono variare a seconda di specifiche disposizioni testamentarie.

La dichiarazione di successione è obbligatoria sia in caso di successione diretta che in caso di successione testamentaria, ed è sufficiente che solo uno degli eredi o delle figure elencate di seguito si occupi di questa incombenza burocratica. L’obbligo di presentare la dichiarazione di successione decade qualora uno o più di essi abbiano espressamente rinunciato a tutta o alla propria parte di eredità.

La pratica deve essere svolta e inoltrata tramite il programma presente sul sito web dell’Agenzia delle Entrate. Alla presentazione della dichiarazione si accompagnano eventuali imposte ipotecarie catastali, le imposte di bollo, tasse ipotecarie e tributi speciali. Il calcolo avviene in maniera totalmente autonoma, perciò in questa fase è possibile richiedere la consulenza di un commercialista o del Caf.

Le spese per la dichiarazione di successione sono:

  • L’imposta di successione può essere pagata anche a rate per importi superiori 1000€;
  • Almeno il 20% dell’importo deve essere versato entro i 60 giorni della notifica dell’avviso di liquidazione;
  • La parte restante è versata in 8 rate trimestrali (12 rate per importi superiori a 20.000€).

Ricorda, In caso di ritardo o di mancata presentazione della dichiarazione di successione si può incorrere in pesanti sanzioni amministrative.

Documenti necessari alla dichiarazione di successione

Aprire e portare a termine una dichiarazione di successione non risulta mai facile poiché coincide con la perdita di una persona cara. Si aggiunge poi la lunga e dettagliata documentazione che può diventare molto articolata e complessa in base a quanto lasciato dal defunto e alle modalità di successione.

I documenti fondamentali per una dichiarazione di successione sono:

  • Certificato di morte (o autocertificazione);
  • Certificato dell’ultima residenza del defunto (o autocertificazione);
  • Atto di notorietà dell’erede in cui vengono indicati tutti gli eredi, il tipo di successione e il regime patrimoniale;
  • Copia del testamento autenticato da un notaio (in caso di successione testamentaria);
  • Autocertificazione dello stato di famiglia del defunto;
  • Visure catastali dei beni immobili del defunto;
  • Copia del contratto di mutuo (se presente);
  • Prospetto di autoliquidazione di tutte le imposte ipotecarie e catastali con relative ricevute di pagamento;
  • Documenti relativi ad eventuali passività;
  • Dichiarazione di destinazione urbanistica;
  • Dichiarazione della banca che, in caso di conti bancari a nome del defunto, ne certifichi la presenza;
  • Ricevuta delle spese funerarie sostenute in caso sia dovuta l’imposta di successione;
  • Dichiarazione degli eredi in caso di rinuncia all’eredità da parte di uno o più eredi.

Confronta Strutture

Confronta