"la strada giusta per i tuoi immobili"

"la strada giusta per i tuoi immobili"

Vendita di un Immobile

QUALI SONO LE MAGGIORI CRITICITÀ NELLA VENDITA DI UN IMMOBILE?

Molte delle criticità che si possono incontrare nella vendita di un immobile sono legate alla storia dell’immobile e fanno riferimento in particolar modo alla sua regolarità urbanistica/catastale e/o alla documentazione.

1. Mancanza del titolo di proprietà o di provenienza 

Il titolo di proprietà, (atto notarile) e relativa nota di trascrizione, che attestano la proprietà di un immobile, sono fondamentali per il suo trasferimento. Se il venditore non li possiede o fa fatica a reperirli tra i suoi documenti, perché magari non li ha ritirati dal Notaio che ha stipulato la vendita, oppure li ha smarriti, ci sono tre modi per ritirarli:

  • Chiamare lo studio del Notaio che ha redatto l’atto e farsene inviare copia con annessa Nota di trascrizione.
  • Se il Notaio è andato in pensione, allora l’atto va ritirato presso l’Archivio Notarile.
  • Se il Notaio è andato in pensione la Nota di Trascrizione va ritirata presso la conservatoria se non si trova allegata all’atto precedentemente ritirato. 

2. Mancanza di un titolo abilitativo

Gli immobili per essere costruiti, devono essere autorizzati dell’amministrazione comunale che produce un titolo abilitativo, con il quale si attesta la corrispondenza tra il progetto presentato al comune e lo stato di fatto, accade spesso però che su alcuni immobili vengono eseguite opere senza titolo o che il costruttore non presenti la variante al comune della modifica precedentemente autorizzata e ricorrendo solo ad opera svolta al condono edilizio per rendere così regolare l’immobile. Se si è eseguito un condono, è necessario che si possegga la concessione in sanatoria o altro titolo che ne attesti la regolarità.

Spesso invece accade che il costruttore esegua delle modifiche senza presentare la variate al progetto autorizzato e laplanimetria che viene depositata al catasto poi non rappresenta lo stato dei luoghi e allora a quel punto si rende necessario ritirare il progetto originale per verificare a conformità.

3. Difformità tra lo stato dei luoghi e la planimetria catastale 

Nel corso del tempo l’immobile, molto spesso, subisce alcune modifiche poiché ogni proprietario lo adegua alle proprie esigenze. Quindi può accadere che, al momento della vendita, l’immobile presenti una distribuzione degli spazi diversa dal progetto, depositato e approvato dal comune, e dalla planimetria catastale. Prima di vendere è necessario verificare la possibilità di regolarizzare. Ciò dipende dal tipo di modifiche, se sono piccole modifiche interne che comunque mantengono i parametri previsti dalla normativa urbanistica, oppure si tratta di modifiche con aumenti di volume o che incidono sull’esterno. Ciascuna delle due tipologie di problema presenta delle soluzioni.

Confronta Strutture

Confronta